comune di san giorgio su legnano

PIATTAFORMA RIMESSA A NUOVO: DOPO TRE MESI DI LAVORI, L’IMPIANTO TORNA IN ATTIVITA’

Da martedì 30 i rifiuti andranno conferiti in via Ragazzi del ’99. Finito il periodo di “appoggio” alla piattaforma di Canegrate.

Legnano, 24 gennaio 2018 - La piattaforma di via Ragazzi del ’99 riapre al pubblico: dopo tre mesi di chiusura dovuti a un importante intervento di riqualificazione e restyling, l’impianto sangiorgese è, infatti, pronto a riprendere la propria attività. Per sopperire alla temporanea mancanza di un luogo ove depositare i rifiuti che non potevano essere raccolti con il sistema “porta a porta”, il Comune di Canegrate aveva messo a disposizione dei cittadini sangiorgesi la propria piattaforma ecologica che, ubicata in via Cavalese, ha costituito, appunto, un appoggio prezioso e anche piuttosto comodo, considerando che i due Comuni sono praticamente contigui. Terminati i lavori ( che, iniziati il 6 novembre scorso, hanno riguardato l’installazione di una nuova pesa per misurare le quantità in ingresso e in uscita dall’impianto e la posa di una nuova tettoia dotata di teli speciali per proteggere le aree sottostanti, in caso di condizioni climatiche sfavorevoli), martedì 23 i tecnici della Città Metropolitana di Milano hanno effettuato un sopralluogo, a seguito del quale hanno fornito il “nullaosta” alla riapertura dell’impianto. Il programma dell’intervento di riqualificazione prevedeva, in realtà, anche il rifacimento della pavimentazione che contraddistingue sia la rampa di accesso, sia quelle che conducono alle diverse aree di conferimento: questo, tuttavia, è un lavoro che mal si sarebbe conciliato con le temperature rigide della stagione in corso e che, proprio per questo, è stato rinviato alla primavera prossima, quando non ci sarà più la minaccia del gelo che, cristallizzando troppo velocemente il bitume, può essere causa di crepe e avvallamenti nella superficie appena stesa. Gli interventi fondamentali, comunque sia, sono stati eseguiti e l’impianto è pronto a riaprire al pubblico e a riprendere la propria attività: viene meno, dunque, la necessità di rivolgersi a quello canegratese ove, da martedì 30, non sarà, infatti, più consentito l’accesso ai cittadini di San Giorgio.